Quali bomboniere scegliere per il battesimo, la prima comunione o la cresima?

Sacchettino bomboniera con ricamo

E’ arrivato il momento di scegliere la bomboniera per il battesimo, la comunione o la cresima e non sai da dove iniziare? Ci sono tantissimi negozi locali, on line, artigiani o negozi di materiali che se ne occupano. C’è veramente un mondo, non è facile scegliere e spesso e volentieri siamo noi mamme a doverci occupare di tutto.

Per qualcuna è una gioia immensa e non vede l’ora di farlo, di cercare ispirazioni, di visitare negozi pieni di nastrini e fiocchetti o assaggiare i confetti (spoiler: ce ne sono di tutti i tipi, colori e  gusti!). Per alcune mamme un po’ creative come me, è l’occasione per cimentarsi di persona, sperimentare, cercare tutorial per fare il fiocco perfetto e aspettare con ansia il momento in cui diamo la bomboniera per dire a tutti orgogliosamente “l’ho fatta io!”

Ma per qualcun altro invece, questo momento è un vero incubo!

Qualsiasi tipo di mamma tu sia, se sei alla ricerca di una bomboniera artigianale, puoi prendere l’ispirazione dalle tante e diverse che ho creato negli anni, molte delle quali per i miei figli e nipoti, ma non solo.

Per tutti i tipi di bomboniere, il filo conduttore è sempre stato il mio stile: semplice, essenziale ma curato e con un pizzico di originalità.

Una cosa importante da cui partire è sicuramente la scelta del colore principale, al quale poi andranno abbinati fiocchetti e bigliettini.

Poi bisogna decidere se scegliere di dare solo il sacchettino con i confetti oppure se abbinare un oggetto ricordo. Si può anche decidere di fare una donazione in beneficenza, affidandosi a un associazione che si occupa di tutto. Oppure, nel nostro caso, per il battesimo di mia figlia Alice, avevamo deciso di fare una donazione all’Unicef, facendoci stampare una pergamena con una frase da inserire nei sacchettini con i confetti.

Ultima ma non meno importante cosa da considerare è il budget che si vuole spendere.

Detto ciò, ti mostro di seguito le mie bomboniere.

Sacchettini e bustine in stoffa 

Per la prima comunione di mia figlia Alice e di mia nipote Giorgia e per il battesimo di Mia, abbiamo scelto di creare dei sacchettini in stoffa con base con ricamato il nome.

Nel caso di Giorgia, il sacchetto era molto più grande perché all’interno, oltre ai confetti, era contenuto un vasetto di miele artigianale. Per lei poi avevamo deciso di ricamare in tanti colori diversi e abbinare i fiocchi dello stesso colore del ricamo.

Per Mia invece, tanti sacchettini in rosa con ricamo e fiocco in fucsia.

Sacchettino bomboniera con ricamoSacchettini con nome ricamato

 

 

 

 

 

 

 

 

I sacchettini di Alice invece erano di una dimensione classica per contenere i confetti, ma avevamo scelto di aggiungere un ciondolo in fimo a forma di “Alice nel paese delle meraviglie” realizzato da Ilaria La botteghilla, che crea dei ciondoli meravigliosi. Se sei appassionata del genere, ti posso consigliare anche un’altra brava artigiana, Sara di Komorebe.

Bomboniere sacchettino Alice con ciondolo

Per rimanere in tema di sacchettini di stoffa, per Luca, sono stati realizzati “piatti” con una fantasia a righe, super semplici ma sempre eleganti.

Sacchettino semplice a righe

Per la cresima di Federico invece i mini sacchetti di stoffa avevano una forma un po’ più particolare con un cordino a coulisse, abbinati a una matita piantabile, e per l’occasione avevo creato anche la grafica del cartoncino che l’accompagnava con le istruzioni. (Da pessima madre quale sono, ahimè non trovo le foto della penna da mostrarvi)

Sacchettino con coulisse

Alla Cresima di Giorgia abbiamo optato per una bustina semplice chiusa con un bottone realizzata con una fantasia a righe. Questa soluzione semplice è stata particolarmente apprezzata dalle mamme che l’hanno ricevuta, che ancora la custodiscono in borsetta, perché le bustine, si sa, servono sempre!

Bustina con bottone

Scatoline e vasetti

Per la comunione di mio nipote Luca, il pezzo forte della bomboniera era un vasetto di zafferano, quindi la scelta migliore sia in termini di budget che estetici, è stata quella di scegliere un ampollina di vetro semplice con un fiocchetto e di confezionare tutto insieme in un sacchetto di cartoncino color avana arricchito con un fiocco. Questa soluzione è l’ideale quando si sceglie un oggetto particolare al quale risulta difficile accostare i confetti.

Ampollina con confetti

Per la comunione di mio figlio Federico invece, lui stesso ha scelto qualcosa di utile e semplice. Una scatolina di cartone color avana con all’interno i confetti, e un portachiavi in stoffa legato all’esterno, anche questo realizzato da me.

 

Scatolina con portachiavi

Per la cresima di Alice invece abbiamo scelto delle piantine di cactus che avevamo acquistato da “Il fioraio del Rondò”, accompagnate da dei vasetti trasparenti pieni di confetti colorati. Una soluzione altrettanto semplice e facilmente replicabile anche da chi non è avvezzo al fai da te.

 

Vasetto confetti con mini cactus

Per diversi battesimi e prime comunioni poi ho realizzato questi cartoncini a forma di bricco del latte. La particolarità di questi cartoncini è che sono realizzati totalmente a mano con una pressa (io utilizzo la Big Shot) e una fustella, partendo da un cartoncino colorato. In questo modo si può scegliere il colore che più piace.

Scatolina di cartoncino Lilla Scatoline cartoncino con gessetti

Sul cartoncino in alcuni casi, abbiamo abbinato un gessetto di diverse forme: angioletti, oggetti che ricordano i bebè, animaletti, lettere dell’alfabeto. Se sei appassionata di fai da te, puoi decidere di crearli da sola. Trovi in vendita online o nelle fiere specializzate tante forme in silicone diverse e la polvere di gesso per realizzarli. Oppure esistono anche già pronti.

Spero che questo post ti sia servito come fonte di ispirazione, o come base di partenza per cercare nuove idee.

Se invece preferisci affidarti a me per la realizzazione delle tue bomboniere, sarò ben felice di aiutarti. Puoi mandarmi un messaggio via mail o su whatsapp per chiedermi qualsiasi informazione.

Se poi vorrai condividere questo mio post, ne sarò molto onorata.

Alla prossima!

 

Elena